Carrello
Sicurezza industriale

La trasformazione digitale è una questione di sicurezza industriale

Il concetto di trasformazione digitale delle smart factory dell’industria 4.0 ha cambiato molti settori industriali, parecchio più coinvolti e in tutti i livelli di produzione e delle attività nei sistemi di controllo industriale, con massima attenzione specialmente alla gestione di informazioni e dati.

Questa vicinanza estrema tra sistemi di controllo e dispositivi spesso esterni, quali reti web, ha però creato una maggiore esposizione a possibili attacchi informatici, responsabili di violazioni alla sicurezza industriale e in grado di provocare fermi anche ad interi comparti industriali.
La trasformazione digitale passa quindi attraverso la sicurezza delle reti informatiche e industriali ecco perché avere elevati standard di protezione aiuta a tutelare non solo i dati, ma l’intera azienda.

La compromissione dell’ICS nell’economia dell’azienda

La sicurezza aziendale è spesso sottovalutata a vantaggio di altri aspetti ritenuti probabilmente più determinanti nel fatturato aziendale.
I danni di un attacco informatico in realtà fanno percepire tutto il loro peso anche a distanza di tempo.
Un sistema di controllo industriale (ICS) non adeguato o assente non blocca solo operativamente un’azienda, ma è causa di incidenti relativi alla diffusione di informazioni segrete o riservate dell’azienda o delle persone che attorno a quella gravitano, con relativa violazione di segreti aziendali e privacy.
Quando un sistema di controllo industriale inoltre non è ben adeguato può anche diventare causa di danni economici ingenti, per via del malfunzionamento dei processi che bloccano la produzione.

La trasformazione digitale e i dati OT

Sono tante, praticamente tutte, le aziende che attualmente hanno bisogno di digitalizzare i propri processi produttivi e i dati operativi (OT) di monitoraggio, controllo e supervisione sono alla base di ogni attività.  La raccolta, l’interpretazione dei dati e il loro immagazzinamento diventa parte di una strategia aziendale tanto quanto l’analisi degli obiettivi o del mercato in cui l’azienda opera.
Sull’osservazione e interpretazione dei dati è infatti possibile seguire processi produttivi e comprendere gap operativi.
L’uso analitico del dato guida i processi industriali con la possibilità di velocizzare e ottimizzare molti aspetti della produzione e della logistica aziendale.
E non solo, una volta che i dati vengono raccolti e immagazzinati svolgono un importante ruolo predittivo, influenzando in questa maniera molte delle scelte aziendali, impossibili da effettuare con altri strumenti.

Prevedere in anticipo, ad esempio, l’esaurimento di un reagente chimico all’interno di una industria mineraria, aiuta a gestire i carichi produttivi, erogando le sostanze necessarie a produrre determinate reazioni per favorire il corretto funzionamento dell’azienda.

Servono parecchi dati per poter avere previsioni accurate e l’utilizzo di sistemi informatici di immagazzinamento si rivela alla base di ogni processo industriale. Per altro la digitalizzazione ha avuto un ulteriore beneficio, quello di poter sostituire i computer agli uomini.
Se prima, infatti, molte fasi del controllo e della gestione dati venivano effettuate con la presenza in loco di risorse umane, esponendo queste ultime anche a rischi per la personale incolumità, oggi l’uso dei data storage e computer robusti eseguono perfettamente, e in maniera sicuramente più rapida e accurata e soprattutto in maniera costante e continuativa nel tempo.

Il collegamento tra dati aumenta il “valore” del dato

Il vantaggio estremo di poter gestire dati sta proprio nella capacità di asservire quelli allo sviluppo e al funzionamento di una azienda.
Quando un’industria cresce e sviluppa una digitalizzazione dei propri reparti migliora in maniera indiscussa la produttività e il flusso delle informazioni, ma di contro un maggior numero di dati si traduce in maggiore difficoltà nel collegarli.

La connettività dei dati OT ha fatto passi da gigante, migliorando non solo la qualità delle connessioni, ma anche la velocità della trasmissione delle informazioni. Tutto questo, chiaramente, è il frutto della digitalizzazione e di questa nuova rivoluzione industriale di cui siamo spettatori ma soprattutto fautori.
Il valore del dato va chiaramente protetto proprio per l’immenso potenziale che rappresenta e bisogna che la sicurezza informatica sia strutturata nella migliore delle maniere, per prevenire possibili attacchi e danneggiamenti ai segreti e alle logiche di funzionamento aziendale e alla privacy delle persone che lavorano nell’azienda. 

Gli attacchi più comuni


La condivisione del dato è linfa vitale di un’azienda e la trasmissione tramite rete interna, o anche esterna, rappresenta la modalità sicuramente più rapida, ma anche la più vulnerabile.
I sistemi di controllo industriale sono per altro tra gli elementi più sensibili agli attacchi, tra cui quelli generati da:

  • malware che entrano nella rete aziendale, quando si navigano siti web che presentano la possibilità dell’attacco, perché non si è protetti a sufficienza. Oppure ancora quando si apre una email con attacchi tipo cryptolocker;
  • a causa di operazioni non sicure determinate da personale interno che, volutamente o involontariamente, commette l’azione fraudolenta danneggiando il sistema di controllo industriale.
  • per via di errate configurazioni di componenti software o hardware dei sistemi di controllo.

Come gestire gli attacchi alla rete

All’interno delle aziende bisogna operare diffondendo una cultura della sicurezza, facendo emergere la consapevolezza che gli attacchi possono colpire a tutti i livelli e reparti aziendali, approfittando anche della ingenuità di sistemi poco sicuri o di personale poco avveduto e accorto.

Una grande responsabilità va addebitata chiaramente alla sicurezza delle strutture hardware e software, così da garantire anche la sicurezza nelle trasmissione di informazioni scambiate tra le parti, bloccando attività che non sono sicure o debitamente autorizzate.
Le aziende ogni giorno possono subire attacchi informatici sempre più pericolosi e questo deve far riflettere su quanto possa essere delicato il confine tra sicurezza e produttività di una impresa.

Bisogna mettere attenzione ed impegno costante per proteggere la rete e la connettività industriale e in tal senso è fondamentale investire sui dispositivi di rete, che hanno come caratteristica essenziale robusti sistemi di individuazione delle minacce alla sicurezza, proprio come le soluzioni di MOXA.
Da anni specializzata nel fornire soluzioni a tutela della sicurezza in azienda, le soluzioni MOXA per la sicurezza aziendale puntano verso la prevenzione prima ancora della protezione nel proteggere le reti della connettività industriale. 

Noi di Moxa Distry Shop siamo distributori ufficiali in Italia dei prodotti e delle soluzioni MOXA e, oltre ai prodotti, forniamo assistenza specifica e dettagliata per rispondere a tutte le esigenze di sicurezza informatica industriale e proteggere le risorse critiche dalle minacce alla sicurezza informatica.

Guarda il nostro shop per saperne di più e contattaci per chiedere consigli in base alle tue specifiche  esigenze.

Spedizione gratuita

Per tutte le regioni italiane

Soddisfatto o rimborsato

Gratuitamente entro 14 giorni

Supporto certificato Moxa

Da tecnici altamente qualificati

Pagamento 100% sicuro

PayPal / Carta di credito / Bonifico